itemscope=""

MAGAZZINAGGIO

La Cristef puo’ ricevere le merci da spedirsi all’estero o in arrivo dall’estero presso i magazzini situati  in diverse localita’ Italiane .

Le merci che possiamo ricevere a magazzino, sono  bancali, pallets, europallets, casse , gabbie, skids , coils , sacchi, sacconi, cartoni, merci sfuse, containers da 20′ containers da 40′.

In alcuni magazzini possiamo ricevere e movimentare anche  merci a temperatura controllata per prodotti freschi, alimentari, vini .

Per le merci in esportazione  riceviamo le merci dai camions , le magazziniamo per poi  containerizzarle  in containers da 20′ e da 40′  o per essere imballate ed essere consegnate a bordo delle navi per  spedizione allo’estero nei vari porti di destinazione.

Le merci in importazione riceviamo i containers da 20′ o i containers da 40′ svuotiamo i containers e magazziniamo le merci che saranno poi ricaricate sui camion per trasporto e consegna ai destinatari delle merci.

Alcuni magazzini sono anche allo stato estero, cioe’ sono autorizzati dall’Agenzia Delle Dogane  a ricevere merci allo stato estero  ed a sdoganare le merci sia per dogana export che per dogana import.

La procedura di dogana export et import nei magazzini esteri e’ molto utile  perché’ permette di effettuare le relative operazioni doganali senza che le merci  subiscano dei ritardi e delle gravose spese nel caso  che l’Agenzia Delle Dogane voglia effettuare delle visite doganali , infatti quando  le visite doganali vengono fatte  con merci  dentro i containers nei porti di partenza o di arrivo si pagano gravose spese di sosta portuale e di movimentazione merci, invece con le merci nei magazzini esteri la Dogna puo’ verificare le merci  senza che le stesse debbano essere  svuotate dai containers o che i containers debbano subire delle spese di soste portuali.

Nei magazzini possiamo caricare  ogni tipo di merci, Automobili  che saranno rizzate nei containers , carico di cartoni sui pallets, carico di cartoni nei containers, carico di effetti personali nei containers, carico di mobili nei containers, imballo delle merci  nei cartoni,  imballo sopra i pallets, imballo nelle casse di legno, confezionamento  di merci nei cartoni.

Imagazzini si trovano a:  magazzino Genova,  magazzino Milano, magazzino Trieste, magazzino Venezia, Magazzino Trieste, Magazzino Ancona, Magazzino La Spezia, Magazzino Livorno, Magazzino Firenze , Magazzino Bologna .

Per maggiori informazioni chiamateci al 3356062020 oppure scriveteci una mail: cristef@cristef.it

Spedizioni e Trasporti Eccezionali

HEAVY LIFTS LOADING 2La societa’ Cristef  ha un’esperienza di oltre 25 anni nel trasporto e spedizione di colli eccezionali, colli fuori sagoma, colli pesanti , trasporti di impiantistica per estero, trasporti eccezionali per europa .

Il titolare della Cristef Sig. Silvano Ottonello  ha un’esperienza  ultra quarantennale  nel settore dello shipping  e dei trasporti eccezionali, effettuiamo trasporti  stradali con richiesta dei permessi e delle scorte stradali, imbarchiamo ogni tipo di impianto su navi convenzionali  cioe’ navi che caricano merce non containerizzata  in stiva e utilizziamo navi speciali : roll on roll off  , cioe’ navi che possono caricare  rotabili , macchine movimento terra, terne , escavatori, buldozers, camions, autogru, rimorchi, trailers, bilici e casse , macchinari che carichiamo sopra mafi , cosa sono i mafi ? sono speciali rimorchi che servono a trasportare le merci in ambito portuale e sulle navi roll on e roll of , e ro-ro.

Carichiamo  colli molto pesanti su  navi heavy lift, cioe’ navi che sono dotate di bighi di sollevamento oltre le cento tonnellate e possono sollevare i colli dalla banchina o da camion  lungo il bordo nave e depositarli in stiva, utilizziamo anche navi lift on e lift off, che sono navi che hanno la capacita’ di autoaffondarsi raggiungendo cosi’ il livello della banchina e permettendo l’imbarco di  rimorchi e carrelli speciali che trasportano colli molto pesanti che diversamente non sarebbe possibile caricare con le gru portuali.

Su richiesta carichiamo anche con navi autoaffondanti che possono ricevere altre imbarcazioni e yachts che poi vengono fissate sul ponte  della nave e trasportate a destinazione.

Limpiantistica  e’ seguita con cura particolare in quanto solitamente questi contratti sono su base door to door  ed i fornitori dei macchinari devono rendere la merce  nei cantieri di destinazione curando anche il montaggio ed il collaudo quindi la nostra assistenza spesso  termina solo ad impianto ultimato e collaudato  e dobbiamo seguire l’imballaggio della merce, il carico degli impianti9 sui camion, il trasporto eccezionale stradale, l’assistenza portuale per imbarcare le merci sulle navi,il stivaggio , il trasporto marittimo internazionale , il disistivaggio e lo sbarco nei porti di destinazione, il trasporto stradale nei cantieri e spesso l’assistenza al montaggio dei pezzi utilizzando le gru semoventi che sono necessarie.

Ci fa piacere inserire aclune foto di archivio  di spedizioni e trasporti eseguiti negli anni 90

KENYA DOCUMENTI – EXPORT

KENYA DOCUMENTI – EXPORT

 

DOCUMENTI DI SPEDIZIONE

 

Oltre alla dichiarazione in dogana, tradizionalmente richiesta per tutte le spedizioni (salvo all’interno dell’Unione europea le spedizioni destinate al Kenya devono essere accompagnate dai documenti di seguito riportati.

Per ulteriori informazioni scrivere a CRISTEF@CRISTEF.IT

 

a) Fattura commerciale

Da presentare in triplice copia e redatta in lingua inglese

 

b) Documento EUR.1

In seguito ad un accordo interinale di partenariato tra Kenya ed UE, i servizi doganali possono richiedere un documento EUR.1 al momento dell’importazione di prodotti e, in particolare, quando questi sono incorporati nella fabbricazione di un prodotto locale e riesportato verso l’UE.

Le spedizioni di valore inferiore a 6.000 Euro o effettuate da un esportatore accreditato, possono dar luogo all’emissione di una dichiarazione (come per l’EUR1, quando sono incorporati nella fabbricazione di un prodotto locale e riesportato verso l’UE). Questa deve essere fatta su una fattura, un buono di consegna o altro documento commerciale che descriva il prodotto in modo sufficientemente dettagliato per essere identificato.

 

La dichiarazione è la seguente:

 

L’esportatore dei prodotti coperti dal presente documento (autorizzazione doganale n°…) dichiara che, salvo esplicita indicazione del contrario, questi prodotti hanno origine preferenziale…. (Luogo e data)….(firma dell’esportatore e indicazione, per esteso, del nome del firmatario).

 

c) Certificato di origine

Per i prodotti di origine comunitaria che non possono beneficiare di un documento EUR.1 e per i prodotti non comunitari, può essere richiesto un Certificato d’origine, così come per i prodotti alimentari, che dovrà essere redatto sul formulario comunitario.

 

d) Certificato fitosanitario

Necessario per la frutta, la verdura, le sementi.

 

e) Certificato sanitario per le carni

Necessario per le carni.

A causa del rischio di contaminazione della malattia della “mucca pazza”, un certo numero di paesi ha deciso di sospendere le importazioni di carni e derivati dai Paesi dell’Europa.

Il Kenya è aperto ai volatili vivi e agli embrioni di manzo.

Essendo la lista in continua evoluzione si suggerisce di informarsi direttamente presso il proprio importatore.

 

e) Certificato di libera vendita dei cosmetici

Sulla base delle informazioni fornite dall’esportatore, attesta che i prodotti spediti sono conformi alla normativa italiana e in libera e corrente vendita sul territorio nazionale.

 

VERIFICA DI CONFORMITÀ PRE-IMPORTAZIONE

 

L’ente di normazione kenyota (kebs – kenya bureau of standards ) ha introdotto la verifica di conformità pre-esportazione (PVoC) nel programma di standardizzazione per garantire la qualità dei prodotti, i quali devono soddisfare anche gli standard sanitari e di sicurezza e tutela ambientale kenyoti. I prodotti devono soddisfare i requisiti prima che possano essere esportati in Kenya – alle merci non conformi sarà negato l’ingresso nel Paese. Per Kenya solo alcune categorie di prodotti alimentari sono esentate dal programma (tra cui farine, oli e grassi animali e vegetali, frutta fresca, prodotti di origine animale e altri).

Tutti i prodotti soggetti al PVoC destinati al Kenya devono ottenere un certificato di conformità nel Paese d’origine prima dell’imbarco. Esso costituisce un documento doganale imprescindibile e la responsabilità del suo ottenimento ricade sull’esportatore.

Il PVoC kenyota garantisce che le merci soddisfano requisiti obbligatori di sicurezza e qualità, consente il commercio internazionale, evita i ritardi doganali e riduce le perdite potenziali derivanti dall’importazione di prodotti non conformi. Gli elementi chiave del PVoC sono:

  • Controllo fisico prima dell’imbarco;
  • Campionamento, test e analisi in laboratori accreditati;
  • Audit dei processi di produzione;
  • Controllo documentario della conformità ai regolamenti;
  • Valutazione della conformità agli standard.

Dal 15 novembre 2008, l’ispezione può essere effettuata da due società autorizzate.

L’esportatore dovrà comunque avviare la richiesta e scegliere l’ufficio di controllo. Le società potranno assistere al riempimento e alla piombatura dei contenitori.

 

SPEDIZIONE TEMPORANEA

 

Il paese non aderisce alla convenzione ATA. Le esportazioni temporanee si fanno secondo la procedura della normativa in uso per mezzo di un agente.

Chiedere maggiori informazioni a CRISTEF@CRISTEF.IT

 

TRASPORTO E IMBALLAGGIO

 

a) Documenti di trasporto

 

b) Lista dei colli

 

c) Assicurazione trasporto

Le spedizioni destinate al paese possono essere effettuate senza obbligo di assicurazione locale.

 

d) Trattamento degli imballaggi in legno

Gli imballaggi in legno destinati al Kenya devono essere trattati e marcati secondo la normativa

ISPM-15 FAO.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare: cristef@cristef.it

 

Informazione trasporto 

Il trasporto stradale assicura circa l’80% del trasporto interno complessivo. Ciò nonostante la rete stradale è decadente ma sono molti i progetti di riabilitazione.

La rete ferroviaria è a corsia unica, costituisce la seconda modalità di trasporto nel paese. Al momento è in corso un piano di modernizzazione la “Railways Master Plan 2050”.

A livello marittimo, le infrastrutture sono sature. Il porto di Mombasa è oggetto di un piano di modernizzazione su 25 anni.

Le infrastrutture aeree sono sviluppate.

Per fare del Kenya il principale hub dell’Africa Centrale, Orientale e dell’Oceano indiano, il governo ha lanciato dei lavori di modernizzazione.

 

Documenti per veicoli importati temporaneamente

È obbligatorio il carnet di passaggio in dogana per veicoli importati temporaneamente. Ulteriori informazioni rivolgersi al locale ufficio ACI (AUTOMOBIL CLUB ITALIANO)

In alternativa bisogna pagare una cauzione uguale all’importo dei diritti doganali.

Gli aeroporti internazionali sono: Nairobi, Mombasa, Eldoret; quelli nazionali sono: Malindi, Lamu, Kisumu, Lockichoggio.

 

PASSAPORTO E VISTI

 

Visto d’ingresso: necessario, può essere richiesto presso l’Ambasciata del Kenya a Roma o direttamente in aeroporto. Le categorie di visto sono le seguenti:  

  • visto di transito (transit visa, USD 20 ) valido da uno a sette giorni;
  • visto turistico (tourist visa, 50 USD o 40 EURO) valido per un mese, tre mesi o, in casi particolari, rinnovabile fino a sei mesi;
  • visto multiplo (multiple visa, USD 110) per affari;
  • visto valevole per un unico viaggio (single journey visa, 25 USD o 20 EURO)
  • visto per entrata doppia (double-entry visa, 25 USD o 20 EURO) rilasciato a persone che entrano in Kenya per poi proseguire in altro Paese membro della “East Africa Community” (oltre al Kenya ne fanno parte Uganda, Rwanda, Burundi e Tanzania) e rientrare successivamente in Kenya.

Nel caso in cui il visto venga richiesto in aeroporto, le Autorità keniote accettano il pagamento dei relativi diritti in dollari statunitensi di recente emissione. Il pagamento può essere effettuato anche con equivalente ammontare in Euro.

Trasporto internazionale, Privato o Azienda

 

In pochissimi click potrai ottenere il tuo preventivo, seleziona se sei un azienda o un privato? 

 

Azienda?

 

Privato?

Company icon2 Trasporto internazionale, Privato o Azienda                                          House icon2 Trasporto internazionale, Privato o Azienda
     

 

                

                                                                              

Preventivo trasporto internazionale merce import export, via mare, via aerea, via terra, container 20',container 40', fuori sagoma,

Preventivo trasloco internazionale Per Privati

 

  Preventivo trasloco internazionale

Scegli il tipo di servizio di cui hai bisogno. Devi portare solo effetti personali, solo veicoli o entrambi??

————————————————————————————————————————————————————————————————————————

Merce

 Veicolo

Veicolo+Merce

                                            
 preventivo trasporto internazionale Preventivo trasloco internazionale Per Privati  preventivo trasporto internazionale Preventivo trasloco internazionale Per Privati  preventivo trasporto internazionale Preventivo trasloco internazionale Per Privati

Preventivo trasloco internazionale merce import export, via mare, via aerea, via terra, container 20',container 40', fuori sagoma, per effetti personali, mobili, automobili, e qualsiasi veicolo.
 

Preventivo Trasloco effetti personali con automobili

spedizione internazionale automobile

macchina con effetti personali 300x225 Preventivo Trasloco effetti personali con automobili

AUTOMOBILE IN CONTAINER 300x225 Preventivo Trasloco effetti personali con automobili
trasporto automobile estero

Preventivo trasporti internazionali 2 Preventivo Trasloco effetti personali con automobili

Preventivo Trasloco effetti personali con automobili

Compila il form e ottieni il prezzo del tuo preventivo di trasporto effetti personali!

Indicare quantità veicoli da spedire

Indicare quantità merce da spedire

Periodo di carico ipotizzato:

Allega eventuali immagini/foto/documenti :

Indica il tipo di veicolo, marca, modello, anno di costruzione, gpl, benzina, diesel, massa e misure
esempio:
Jeep, Cherokee, 2009, diesel, Massa: 2500 kg, L 4790 mm, L 1930 mm, Altezza 1820 mm

 

Indica il tipo di merce, pesi e misure della merce smontata
esempio:
Tavolo da pranzo smontato, L 2000 mm, L 2000 mm, Altezza 1000 mm

 

Paese di imbarco

 

Indicare i porti di partenza preferiti
 

Paese di sbarco
 

Indicare i porti di sbarco preferiti

 

Note importanti:

Nome
 

Cognome

Email

Numero di telefono

Preventivo trasporto internazionale di veicoli sia in import che in export, via mare, sia in container 20

Preventivo trasporto internazionale effetti personali

Valute e prezzi dei trasporti internazionali merce

Preventivo trasporti internazionali 2 Preventivo trasporto internazionale effetti personali

Compila il form e ottieni il prezzo del tuo preventivo di trasporto internazionale!

Indicare quantità merce da spedire

Periodo di carico ipotizzato:

Allega eventuali immagini/foto/documenti :

Indica il tipo di merce, pesi e misure della merce smontata
esempio:
Tavolo da pranzo smontato, L 2000 mm, L 2000 mm, Altezza 1000 mm

 

Paese di imbarco

 

Indicare i porti di partenza preferiti
 

Paese di sbarco
 

Indicare i porti di sbarco preferiti

 

Note importanti:

Nome
 

Cognome

Email

Numero di telefono

Preventivo trasporto internazionale merce import export, via mare, via aerea, via terra, container 20',container 40', fuori sagoma,

Calcolo volume merce

1

Utile Strumento per calcolare il volume della tua merce.
Inserisci i valori necessari e scopri i metri cubi che occupa la tua merce.
Attenzione: le misure sono espresse in METRI. es: supponiamo di dover conoscere il volume di un oggetto di cm 120 * 80 * 200; [Read more...]

Trasporto Italia Nord America FAQ

 

Infondo alla pagina potete fare la vostra domanda.
Potrete risolvere ogni vostro dubbio riguardo il trasporto internazionale.

Portrete finalmente ricevere risposte chiare e precise alle vostre domande.
RicodateVi di indicare più dettagli possibili. 

Grazie,
e buona navigazione.

Italia import e export per:

NORTH AMERICA
Country (Area) Seaport Country (Area) Seaport
Canada Halifax, NS 
Montreal, PQ 
Quebec, PQ 
Saint John, NB 
Toronto, ON 
Vancouver, BC
USA  Gulfport, MS 
Hampton Roads, VA 
Honolulu, HI Houston, TX 
Jacksonville, FL 
Lake Charles, LA 
Long Beach, CA 
Mexico Coatzacoalcos 
Guaymas 
Lázaro Cárdenas 
Manzanillo 
Salina Cruz 
Tampico 
Tuxpan 
Veracruz
USA  Los Angeles, CA 
Milwaukee, WI 
Mobile, AL 
New Orleans, LA 
New York, NY 
Oakland, CA 
Orange, TX 
Palm Beach, FL 
USA 
Anchorage, AK
Baltimore, MD
Baton Rouge, LA
Beaumont, TX
Boston, MA
Brownsville, TX
Buffalo, NY
Canaveral, FL
Charleston, SC
Chicago, IL
Cleveland, OH
Corpus Christi, TX
Detroit, MI
Duluth-Superior, MN
Erie, PA
Freeport, TX
Galveston, TX 
USA  Panama City, FL 
Pascagoula, MS 
Pensacola, FL 
Philadelphia, PA 
Port Arthur, TX 
Port Everglades, FL 
Portland, ME 
Portland, OR 
Sacramento, CA 
San Diego, CA 
San Francisco, CA 
Savannah, GA 
Seattle, WA 
Stockton, CA 
Tacoma, WA 
Tampa, FL 
Toledo, OH

Portrete finalmente ricevere risposte chiare e precise alle vostre domande.
RicodateVi di indicare più dettagli possibili. 
N.b. :A alcune domande daremo risposta direttamente via email ad altre risponderemo direttamente qui sul portale. 

Grazie,
e buona navigazione.